10 giugno 2008

La Sammontana si è comprata i gelati Sanson


Cambia proprietà la Sanson di Colognola ai Colli. L'azienda veronese, ceduta diversi anni fa dall'omonima famiglia alla Gran Milano del gruppo Barilla, passa di mano e viene acquisita dalla Sammontana Gelati di Empoli. L'ufficialità è arrivata dopo una trattativa serrata e condotta in gran segreto. La Sammontana non diventa proprietaria solo del marchio Sanson e dello stabilimento veronese, ma acquisisce tutta la Gran Milano, che possedeva ben quattro stabilimenti di produzione. Consistente lo sforzo economico del gruppo toscano. La Sammontana ha infatti acquisito la Gran Milano per 190 milioni di euro. Giovedì nel primo pomeriggio alla Sanson è prevista un'assemblea dei lavoratori e il sindacato metterà al corrente i 155 addetti dello stabilimento di Colognola ai Colli del cambio di proprietà. Cgil, Cisl e Uil hanno già chiesto un incontro sia con la Gran Milano, sia soprattutto con la Sammontana per verificare il piano industriale e capire meglio i termini dell'accordo. Chiaramente tra i lavoratori della Sanson vige per ora grande incertezza. Restano da comprendere le intenzioni di Sammontana. Vista l'ingente somma per assicurarsi i marchi Sanson e Gran Milano ora l'azienda di Empoli vorrà monetizzare cedendo magari uno o più degli stabilimenti produttivi appena acquisiti? E che futuro avrà, secondo Sammontana, lo stabilimento di Colognola a Colli? Regna l'incertezza e soprattutto la preoccupazione. I sindacati, infatti, non nascondono un qualche imbarazzo. «Nessuno ci ha informato», ammettono Cgil, Cisl e Uil, «di fatto l'accordo è stato firmato venerdì in tarda serata e solo il giorno precedente abbiamo registrato la voce di una ipotetica cessione. Nessuna delle nostre rsu sapeva nulla e solo questa mattina (ieri mattina, n.d.r.) la proprietà li ha informati della cessione. Giovedì ci sarà l'assemblea, parleremo con i lavoratori, chiaramente siamo preoccupati per l'occupazione. La Sanson ha circa e 155 addetti, speriamo di avere nei prossimi giorni rassicurazioni da parte di Sammontana che la produzione a Colognola ai Colli rimarrà invariata. Per ora possiamo fare solo delle ipotesi e attendere comunicazioni ufficiali da parte di Sammontana».
Giornale di Vicenza - 10/06/08